RE’VIEW: Meghan Trainor – “Thank You”

Lascia un commento

24 maggio 2016 di Fabrizio Re'Volver Daquino

⭐⭐ 2/5

Banale, scontato, per nulla originale.
Tutto ciò che più posso odiare in un album, ecco che me lo trovo in questo secondo disco di Meghan Trainor, “Thank You“.

image

Lei dice di essersi ispirata alla Britney degli esordi, al sound degli anni 2000, ma evidentemente la giovane cantante non credo abbia mai ascoltato un album della principessa del pop. Perchè per quanto Britney possa risultare patinata, costruita, troppo pop, finta e quant’altro, la sua musica non è mai stata banale o prevedibile e, che lo si voglia ammettere o no, ha cambiato la musica pop degli ultimi 15 anni.

Ma in “Thank You” non c’è nemmeno l’ombra di una canzone “coraggiosa”. E se proprio dobbiamo dirla tutta, la Trainor non mi convince affatto nemmeno nell’interpretazione vocale troppo piatta e fredda.
L’unico brano che riesco a salvare dal disco è “Me Too” che riesce a farmi muovere il piedino per tre minuti. Poi la NOIA.

Un miscuglio di canzoncine fatte per teenagers ormai troppo distratti dalle tante giovani popstars sparse nel web.
Si dimenticheranno presto anche di lei.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: