RE’VIEW: M.I.A. – AIM (recensione album)

Lascia un commento

29 settembre 2016 di Fabrizio Re'Volver Daquino

⭐⭐⭐ 3/5

A tre anni dalla pubblicazione del precedente Matangi, la controversa M.I.A. ritorna con il suo quinto album in studio, AIM.

La cantante britannica si è affidata ancora una volta al team di Diplo e Skrillex per registrare il disco. A differenza dei lavori precedenti non ha voluto esagerare con la sperimentazione dei suoni, ma si è limitata a divertirsi un po di più rispetto al passato, risultando a volte più commerciale del solito. Basti pensare alla presenza di Zayn Malik in “Freedun” per rendere l’idea del percorso che ha intrapreso con AIM.

Il risultato è un album sempre in pieno stile M.I.A., ma con meno pretese. Non è classificabile con un genere musicale, anche se a molti piace definirla musica worldbeat. Infatti, al suo interno troverete un’infinità di riferimenti culturali e musicali che abbattono ogni confine tra di loro. Una cosa è certa: in un’era invasa da artisti clonati, almeno lei offre nuova linfa alle nostre orecchie. Non vi farà impazzire al primo ascolto, ma dopo un po pezzi come “Borders” e “Ali r u ok?” verranno sicuramente apprezzati anche da orecchie meno allenate!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: